Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Studio su iperglicemia ed esito avverso in gravidanza: glicemia neonatale


Uno studio ha descritto il pattern temporale dei livelli di glicemia neonatali e le associazioni con i livelli di glucosio materno, livelli sierici di peptide-C del cordone ombelicale e dimensione e adiposità neonatale.

In totale, 17.094 madri e neonati sono stati inclusi nello studio Hyperglycemia and Adverse Pregnancy Outcome Study ( 15 Centri in 9 Paesi ).

Le madri sono state sottoposte a un test di tolleranza al glucosio con 75-g in 2 ore in un periodo incluso tra 24 e 32 settimane di gestazione.

Sono stati raccolti campioni di sangue del cordone ombelicale e dal neonato.

L'ipoglicemia neonatale biochimica è stata definita come livelli di glucosio inferiori a 10 percentile ( 2.2 mmol/L ) e l'ipoglicemia identificata clinicamente è stata accertata mediante revisione delle cartelle cliniche.

Le concentrazioni plasmatiche di glucosio sono risultate stabili nelle prime 5 ore dopo la nascita.

I livelli glicemici materni sono risultati debolmente associati in modo positivo a ipoglicemia neonatale biochimica ( odds ratio, OR=1.07-1.14 per un aumento di 1 deviazione standard nei livelli di glucosio al test di tolleranza al glucosio ).

La frequenza di ipoglicemia neonatale è risultata più elevata con più alti livelli di peptide-C del cordone ombelicale ( OR=11.6 per la più alta versus la più bassa categoria di peptide-C ).

I bambini più grandi o con maggior adiposità hanno mostrato maggiore probabilità di essere ipoglicemici ( P inferiore a 0.001 ) e i bambini con ipoglicemia hanno mostrato una tendenza verso una maggiore frequenza di livelli di peptide-C superiori al 90esimo percentile.

In conclusione, le concentrazioni neonatali di glucosio plasmatico hanno mostrato poca variabilità nelle prime 5 ore dopo la nascita; dato questo che inidca un aggiustamento post-natale normale.
L'ipoglicemia biochimica e clinica è risultata debolmente correlata a misurazioni glicemiche materne al test di tolleranza al glucosio, ma fortemente associata ad alti livelli sierici di peptide-C nel cordone ombelicale.
Bambini più grandi o con maggiore adiposità hanno mostrato una maggiore probabilità di sviluppare ipoglicemia o iperinsulinemia.
Queste relazioni suggeriscono legami fisiologici tra glicemia materna e produzione di insulina nel feto. ( Xagena2010 )

Metzger BE et al, Pediatrics 2010; 126: e1545-1552


Pedia2010 Endo2010



Indietro