Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Regimi antibiotici semplificati rispetto a Benzilpenicillina procaina iniettabili più Gentamicina per neonati e bambini piccoli con possibile infezione batterica grave quando non è possibile il ricovero


L’Organizzazione mondiale della sanità ( OMS ) raccomanda un trattamento base ospedaliero per i bambini piccoli di età compresa tra 0 e 59 giorni con segni clinici di possibile infezione batterica grave, ma la maggior parte delle famiglie in contesti poveri di risorse non può accettare di rivolgersi a uno specialista.

Uno studio ha valutato se l'uso di regimi antibiotici semplificati per il trattamento di bambini piccoli con segni clinici di infezione grave sia efficace come la combinazione iniettabile di Benzilpenicillina procaina e Gentamicina per 7 giorni, per le situazioni in cui il rinvio in ospedale non è stato possibile.

In uno studio di equivalenza in aperto multisito svolto in Repubblica Democratica del Congo, Kenya e Nigeria, gli operatori sanitari di comunità hanno visitato tutti i neonati a casa, individuando e inviando i bambini piccoli con malessere ai servizi infermieristici dello studio.

I bambini piccoli con segni clinici di infezione grave i cui genitori non hanno accettato il rinvio in ospedale sono stati stratificati per età ( 0-6 giorni e 7-59 giorni ) e sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere uno dei quattro regimi di trattamento. I valutatori dell’esito non conoscevano l’assegnazione del trattamento.

I bambini sono stati assegnati in modo casuale a ricevere iniettabile Benzilpenicillina Procaina - Gentamicina per 7 giorni ( gruppo A, gruppo di riferimento ); Gentamicina iniettabile e Amoxicillina orale per 7 giorni ( gruppo B ); Benzilpenicillina procaina e Gentamicina iniettabili per 2 giorni, poi Amoxicillina orale per 5 giorni ( gruppo C ); Gentamicina iniettabile per 2 giorni e Amoxicillina orale per 7 giorni ( gruppo D ).

Operatori sanitari addestrati hanno somministrato le iniezioni giornaliere e la prima dose di Amoxicillina orale.

L’esito primario era il fallimento del trattamento al giorno 8 dopo l'arruolamento, definito come peggioramento clinico, sviluppo di un evento avverso grave ( compresa la morte ), nessun miglioramento al giorno 4, o nessuna guarigione al giorno 8.

Valutatori di esito indipendenti, che non conoscevano il regime di trattamento del bambino, hanno esaminato gli esiti dello studio nei giorni 4, 8, 11 e 15.

L’analisi primaria è stata svolta per protocollo. È stato usato un margine prespecificato di somiglianza del 5% per valutare l'equivalenza tra i regimi.

Tra il 2011 e il 2013 sono stati randomizzati 3.564 bambini piccoli al gruppo A ( n=894 ), al gruppo B ( n=884 ), al gruppo C ( n=896 ) o al gruppo D ( n=890 ).

Sono stati esclusi 200 bambini assegnati in modo casuale, che non hanno soddisfatto i criteri predefiniti di aderenza al trattamento e di adeguato follow-up.

Nell'analisi per protocollo, 828 bambini sono stati inclusi nel gruppo A, 826 nel gruppo B, 862 nel gruppo C, e 848 nel gruppo D.

In 67 bambini ( 8% ) il trattamento è fallito nel gruppo A rispetto a 51 bambini ( 6% ) nel gruppo B ( differenza di rischio -1.9% ), 65 ( 8% ) nel gruppo C ( -0.6% ) e 46 ( 5% ) nel gruppo D ( -2.7% ).

Il fallimento del trattamento nei gruppi B, C e D è rimasto all'interno del margine di similarità rispetto al gruppo A.

Durante i 15 giorni dopo l'assegnazione casuale, 12 bambini ( 1% ) sono morti nel gruppo A, rispetto a 10 bambini ( 1% ) nel gruppo B, 20 ( 2% ) nel gruppo C e 11 ( 1% ) nel gruppo D.

Un bambino nel gruppo A ha avuto un evento avverso grave, diverso dalla morte ( ascessi da iniezione ).

I tre regimi semplificati sono risultati efficaci come la combinazione iniettabile di Benzilpenicillina procaina - Gentamicina per 7 giorni su base ambulatoriale nei bambini piccoli con segni clinici di infezione grave, senza segni di malattie gravi, e i cui genitori non avevano accettato il ricovero in ospedale. ( Xagena2015 )

African Neonatal Sepsis Trial ( AFRINEST ) group, Lancet 2015;385:1767-1776

Inf2015 Pedia2015 Farma2015


Indietro