Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Profilassi contro il virus respiratorio sinciziale nei bambini piccoli con fibrosi cistica


Nei pazienti con fibrosi cistica, l’infezione da virus respiratorio sinciziale ( RSV ) è associata a significativa morbidità.

Sebbene la profilassi passiva con Palivizumab ( Synagis ) riduca l’incidenza di ospedalizzazione per l’infezione da virus RSV nella popolazione a rischio di gravi infezioni, il suo uso non è raccomandato nei bambini molto piccoli affetti da fibrosi cistica.

Ricercatori dell’University of Montreal in Canada hanno esaminato l’effetto della profilassi con Palivizumab sulle ospedalizzazioni per la malattia respiratoria acuta nei bambini piccoli con fibrosi cistica durante la prima stagione a rischio dopo la diagnosi della malattia.

Lo studio, retrospettivo, ha preso in esame le cartelle cliniche dei pazienti a cui era stata diagnosticata la fibrosi cistica tra il 1997 ed il 2005.

A 76 bambini piccoli era stata diagnosticata la fibrosi cistica; i dati hanno riguardato 75 di questi.
La profilassi contro l’infezione da virus respiratorio sinciziale non è stata effettuata in 40 di questi bambini, mentre 35 hanno ricevuto un’iniezione mensile di Palivizumab durante la stagione a rischio.

Tra i bambini nei quali non è stata eseguita la profilassi, 7 su 40 sono stati ospedalizzati per malattia respiratoria acuta durante la stagione a rischio. In questi 7 pazienti ricoverati, la ricerca del virus respiratorio sinciziale è risultata positiva nelle secrezioni nasofaringee di 3 pazienti, negativa in 1 e non è stata effettuata nelle altre persone.

Tra coloro che avevano ricevuto Palivizumab, 3 bambini su 35 sono stati ospedalizzati per malattia respiratoria acuta ( pIn questi 3 pazienti trattati con Palivizumab, la ricerca per il virus RSV è risultata negativa.

I pazienti a cui era stato somministrato Palivizumab hanno presentato un numero minore di giorni di degenza ospedaliera per malattia respiratoria acuta ( 0.8 giorni, in media ), rispetto ai non-riceventi ( 1.73 giorni ); ma questa differenza non è risultata statisticamente significativa. ( Xagena2008 )

Giebels K et al, Pediatr Pulmonol 2008; 43: 169-174


Pedia2008 Pneumo2008 Farma2008


Indietro