Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Intolleranza all'esercizio fisico, mortalità e danno al sistema d'organo nei sopravvissuti adulti al tumore infantile


L'intolleranza all'esercizio fisico, associata a insufficienza cardiaca e morte nelle popolazioni generali, non è stata ben studiata nei sopravvissuti a tumore in età infantile.
È stata esaminata la prevalenza dell'intolleranza all'esercizio fisico nei sopravvissuti esposti o meno alla terapia cardiotossica, e le associazioni tra funzione del sistema d'organo, intolleranza all'esercizio e mortalità.

I partecipanti erano rappresentati da 1.041 persone sopravvissute al tumore di età maggiore o uguale a 10 anni che avevano o non avevano avuto esposizione ad antracicline e/o radiazioni dirette al torace, e 285 soggetti di controllo.

L'intolleranza all'esercizio è stata definita come captazione massima di ossigeno inferiore all’85% previsto dai test cardiopolmonari massimi; le funzioni degli organi sono state accertate con imaging o test clinici.

La regressione multivariabile dei dati è stata eseguita per confrontare la capacità di esercizio tra i sopravvissuti esposti o non-esposti a terapia cardiotossica e soggetti di controllo e per valutare le associazioni tra trattamento e funzione degli organi, e funzione degli organi e intolleranza all'esercizio.
I metodi di punteggio di propensione nelle analisi time-to-event hanno valutato le associazioni tra intolleranza all'esercizio e mortalità.

I sopravvissuti con età media di 35.6 anni avevano una captazione di picco di ossigeno medio inferiore ( esposti: 25.74 ml/kg/min; non-esposti: 26.82 ml/kg/min ) rispetto ai soggetti di controllo ( 32.69 ml/kg/min; P per tutti minore di 0.001 ).

L'intolleranza all'esercizio era presente nel 63.8% dei sopravvissuti esposti, 55.7% dei sopravvissuti non-esposti e 26.3% dei soggetti di controllo ed è stata associata a mortalità ( hazard ratio, HR=3.9 ).

Lo strain longitudinale globale ( odds ratio, OR=1.71 ), incompetenza cronotropa ( OR=3.58 ); volume espiratorio forzato in 1 secondo [ FEVS1 ] inferiore all’80% ( OR=2.59 ) e riduzione di 1 DS ( deviazione standard ) nella forza del quadricipite ( OR= 1.49 ) sono stati associati a intolleranza all'esercizio.

La frazione di eiezione inferiore al 53% non è stata associata a intolleranza all'esercizio.

L'intolleranza all'esercizio è prevalente tra i sopravvissuti al tumore infantile ed è associata alla mortalità per tutte le cause.
Danni cardiaci correlati al trattamento rilevati dal strain longitudinale globale, autonomici, polmonari e muscolari hanno aumentato il rischio.
I sopravvissuti con danni possono richiedere l’intervento di specialisti per imparare ad affrontare i deficit specifici quando sono impegnati nell’esercizio. ( Xagena2020 )

Ness KK et al, J Clin Oncol 2020; 38: 29-42

Onco2020 Pedia2020



Indietro