Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Elevata prevalenza di aumento di peso nei sopravvissuti al tumore al cervello nell'infanzia e sua associazione con la disfunzione ipotalamo-ipofisaria


I sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili ( CBTS ) sono a rischio di sviluppare obesità, che influenza negativamente la salute cardiometabolica.
La prevalenza dell'obesità in cloro che sopravvivono a un tumore cerebrale in età infantile potrebbe essere stata sopravvalutata nelle coorti precedenti a causa dell'inclusione di bambini con craniofaringioma.

Per contro, il grado di aumento di peso potrebbe essere stato sottovalutato a causa dell'esclusione dei sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili che hanno avuto un aumento di peso, ma non erano né sovrappeso né obesi.
L'aumento di peso può essere un indicatore di una disfunzione ipotalamo-ipofisaria ( HP ) alla base.

Sono stati studiati la prevalenza e i fattori di rischio per un significativo aumento di peso, sovrappeso o obesità e la sua associazione con la disfunzione ipotalamo-ipofisaria in una coorte nazionale di sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili non-craniofaringioma e non-ipofisari.

La prevalenza e i fattori di rischio per un significativo aumento di peso ( variazione dell'indice di massa corporea [ BMI ] maggiore o uguale a +2.0 punteggio di deviazione standard SDS ), sovrappeso o obesità al follow-up e la sua associazione con la disfunzione ipotalamo-ipofisaria sono stati studiati in una coorte nazionale di sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili, diagnosticata in un periodo di 10 anni ( 2002-2012 ), escludendo tutti i craniofaringiomi e i tumori ipofisari.

Su 661 sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili, con un'età media al follow-up di 7.3 anni, il 33.1% ha presentato un significativo aumento di peso, sovrappeso o obesità.
Dei sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili tra 4 e 20 anni, il 28.7% era in sovrappeso od obeso, rispetto al 13.2% della popolazione generale tra 4 e 20 anni.

L'indice di massa corporea alla diagnosi, diagnosi di glioma di basso grado, diabete insipido e pubertà precoce centrale sono risultati associati a un aumento di peso, sovrappeso o obesità.

La prevalenza della disfunzione ipotalamo-ipofisaria è stata più alta nei sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili in sovrappeso e obesi rispetto a coloro che erano in normopeso.

Sovrappeso, obesità e aumento di peso significativo sono prevalenti nei sopravvissuti ai tumori cerebrali infantili.
Un aumento dell'indice BMI durante il follow-up può essere un riflesso della disfunzione ipotalamo-ipofisaria, che richiede una sorveglianza endocrina più intensa. ( Xagena2021 )

Van Schaik et al, J Clin Oncol 2021; 39: 1264-1273

Pedia2021 Onco2021 Neuro2021 Endo2021



Indietro