Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Effetto delle trasfusioni di globuli rossi freschi sugli esiti clinici nei neonati prematuri con peso alla nascita molto basso


Anche se i globuli rossi rappresentano una terapia di salvataggio neonatale, la trasfusione di globuli rossi vecchi può provocare alti tassi di disfunzione d'organo, infezioni nosocomiali e maggiore durata della degenza ospedaliera.

L’obiettivo di uno studio è stato quello di determinare se i globuli rossi conservati per 7 giorni o meno, rispetto a quelli standard, riducono i tassi delle principali infezioni nosocomiali e della disfunzione d'organo nei pazienti in terapia intensiva neonatale che richiedono almeno una trasfusione di globuli rossi.

È stato elaborato uno studio in doppio cieco, randomizzato e controllato in 377 neonati prematuri con peso alla nascita inferiore a 1250 g presso 6 Unità di terapia intensiva neonatale canadesi nel periodo 2006-2011.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere trasfusioni di globuli rossi conservati per 7 giorni o meno ( n=188 ) versus globuli rossi standard in conformità con la prassi della banca del sangue ( n=189 ).

L'endpoint primario era una misura composita di morbidità neonatale maggiore, tra cui enterocolite necrotizzante, retinopatia della prematurità, displasia broncopolmonare, emorragia intraventricolare, e morte.
L'endpoint primario è stato misurato per l'intero periodo di degenza presso l'Unità di terapia intensiva neonatale fino a 90 giorni dopo la randomizzazione.
Il tasso di infezione nosocomiale era un endpoint secondario.

L'età media del sangue trasfuso era di 5.1 giorni nel gruppo di globuli rossi freschi e di 14.6 giorni nel gruppo standard.

Tra i neonati del gruppo con globuli rossi freschi, 99 ( 52.7% ) hanno raggiunto l’endpoint primario rispetto a 100 ( 52.9% ) nel gruppo di globuli rossi standard ( rischio relativo, RR=1.00 ).

La percentuale di infezioni sospettate clinicamente nel gruppo con globuli rossi freschi è stata pari al 77.7% ( n=146 ) rispetto a 77.2% ( n=146 ) nel gruppo con globuli rossi standard (RR=1.01 ) e il tasso di colture positive è stato del 67.5% ( n=127 ) nel gruppo con globuli rossi freschi rispetto al 64.0% ( n=121 ) nel gruppo con globuli rossi standard ( RR=1.06 ).

In conclusione, in questo studio, l'uso di globuli rossi freschi rispetto alla prassi normale della banca del sangue non migliora i risultati nei neonati prematuri con peso alla nascita molto basso che necessitano di una trasfusione. ( Xagena2012 )

Fergusson DA et al, JAMA 2012; 308: 1443-1451

Pedia2012 Emo2012



Indietro