Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Attività fisica ed esercizio per il deterioramento cognitivo cancro-correlato tra le persone affette da tumore infantile: una revisione sistematica e una meta-analisi


Gli individui affetti da tumore infantile possono avere una disfunzione cognitiva che persiste nell'età adulta e influisce negativamente sulla qualità di vita.
Sono stati valutati gli effetti dell'attività fisica e dell'esercizio sulla funzione cognitiva tra gli individui affetti da tumore infantile.

In questa revisione sistematica e meta-analisi sono stati cercati studi controllati e randomizzati ( RCT ) e studi di intervento non-randomizzati ( NRSI ) pubblicati o registrati fino a gennaio 2022.

Sono stati inclusi studi che hanno confrontato gli effetti dell'attività fisica o degli interventi di esercizio con i controlli ( nessun intervento o cura abituale ) sulla funzione cognitiva tra individui con diagnosi di qualsiasi tipo di tumore all'età di 0-19 anni.

Due revisori hanno esaminato indipendentemente i record per l'ammissibilità e hanno cercato i riferimenti degli studi selezionati; hanno estratto dati da rapporti pubblicati; e hanno valutato il rischio di bias dello studio di RCT e NRSI utilizzando lo strumento Cochrane risk of bias per studi randomizzati ( RoB 2 ) e gli strumenti Risk Of Bias In Non-randomised Studies-of Interventions ( ROBINS-I ), certezza delle prove utilizzando l’approccio GRADE ( Grading of Recommendations, Assessment, Development and Evaluations ) e qualsiasi evento avverso.

Sono stati utilizzati dati intention-to-treat ( ITT ) e dati non-pubblicati, se disponibili.
La funzione cognitiva è stata valutata mediante misure di prestazione cognitiva standardizzate ( esito primario ) e mediante misure riportate dal paziente convalidate ( esito secondario ).

È stata effettuata una valutazione full-text di 131 relazioni potenzialmente rilevanti.
Sono stati valutati 22 studi unici ( 16 RCT e 6 NRSI ) con dati su 1.277 individui affetti da tumore infantile e rischio di bias da basso a moderato.

Dei 1.277 individui, 674, 52.8%, erano maschi e 603, 47.2%, femmine; l'età media all'inizio dello studio era di 12 anni, il tempo mediano dalla fine del trattamento del tumore era di 2.5 anni e il periodo di intervento mediano era di 12 settimane.

C'erano prove di qualità moderata che, rispetto al controllo, l'attività fisica e l'esercizio miglioravano le misure delle prestazioni cognitive ( 5 RCT; g di Hedges 0.40, P=0.027; I2=18% ) e misure riferite dal paziente della funzione cognitiva ( 13 RCT; g di Hedges 0.26, P=0.0070; I2=40% ).

Non è stata trovata alcuna prova di bias di pubblicazione.

Sono stati segnalati 9 eventi avversi lievi.

Esistono evidenze con moderata certezza che l'attività fisica e l'esercizio migliorano la funzione cognitiva tra gli individui affetti da tumore infantile, il che supporta l'uso dell'attività fisica per la gestione del deterioramento cognitivo correlato al tumore. ( Xagena2023 )

Bernal JDK et al, Lancet Child & Adolescent Health 2023; 7: 47-58

Onco2023 Neuro2023 Pedia2023



Indietro