Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Allattamento al seno e rischio di febbre dopo vaccinazione


Uno studio di coorte prospettico condotto in un Centro di vaccinazione pediatrica di Napoli, in Italia, ha valutato gli effetti dell’allattamento al seno sul rischio di febbre dopo le vaccinazioni di routine.

Alle madri dei bambini registrati per ricevere le vaccinazioni di routine è stato spiegato come misurare e registrare la temperatura dei bambini la sera della vaccinazione e nei 3 giorni successivi.

L’informazione sull’incidenza di febbre è stata ottenuta per via telefonica il terzo giorno dopo la vaccinazione.

Il rischio relativo di febbre in relazione al tipo di allattamento al seno è stato stimato in un’analisi multivariata aggiustata per dose di vaccino, educazione materna e numero di altri bambini in famiglia.

Nello studio sono stati coinvolti 460 bambini e le informazioni sull’esito sono state ottenute per 450 ( 98% ) di loro.

La febbre si è manifestata in 30 ( 25% ), 48 ( 31% ) e 94 ( 53% ) dei bambini, rispettivamente, allattati al seno in modo esclusivo, in modo parziale o non-allattati al seno ( P inferiore a 0.01 ).

Il rischio relativo di febbre tra i bambini allattati al seno in modo esclusivo o parziale è stato, rispettivamente, di 0.46 e 0.58.

La protezione conferita dall’allattamento al seno si è mantenuta anche quando è stato preso in considerazione il ruolo di diversi fattori confondenti.

In conclusione, in questo studio l’allattamento al seno è risultato associato a una diminuzione dell’incidenza di febbre dopo vaccinazioni. ( Xagena2010 )

Pisacane A et al, Pediatrics 2010; 125: e1448-52


Pedia2010 Farma2010


Indietro